venerdì 18 marzo 2011

CONTO ARANCIA

Voleva aprire quel conto ma ogni volta lo respingevano perchè si era capito che non disponeva nemmeno di un centesimo e le sue reiterate insistenze e giustificazioni non convincevano nessuno: si arrampicava sugli spicchi.

lunedì 14 marzo 2011

Film d'autore: James IVORY - 2 -



sequel del film: CAMERA CON WINDOWS 7

domenica 13 marzo 2011

Home sweet home!

Astronauta americano di ritorno da una lunga missione spaziale: NASA, DOLCE NASA!

Avvocato dopo lungo periodo di inattività: CAUSA, DOLCE CAUSA!

Vampiro al ritorno da una lunga notte di lavoro: CASSA, DOLCE CASSA!

mercoledì 9 marzo 2011

Teo(coli)rema n.3 di Duyacht (dettiridettidedotti)


Problema : dati 2 detti ridetti dedurre il terzo.

ipotesi A: Tra il dire e il fare bel tempo si spera
ipotesi B: Rosso di sera i topi scappano

Tesi (o deduzione): Quando la nave affonda c'è di mezzo il mare.

DIMOSTRAZIONE:
vedi foto: Rosso di sera sul mare con topi ormai scappati e nave già affondata.

giovedì 3 marzo 2011

Premio Poeta Sfigato 2011

Ieri a Bastardo (prov. di Perugia) si è celebrata la giornata del poeta sfigato, una commemorazione di artisti talentuosi ma sconosciuti, poeti e scrittori che hanno avuto la sfortuna di essere contemporanei dei loro ben più famosi colleghi/parenti e che proprio a causa di questi sono rimasti, più o meno ingiustamente, tutta la vita nell'ombra o sono stati addirittura dimenticati, perciò non vengono mai citati nei testi di letteratura.

Quest'anno il premio poeta sfigato 2011 è stato assegnato, ovviamente postumo, a Giacomo GHEPARDI, nato a Recanati (e morto a Recamorti, ça va sans dire) e cugino da parte di madre di Giacomo Leopardi, alla presenza del Ministro dei Beni Gutturali Rosy Bondi.
Per l'occasione sono state riportate alla luce alcune delle sue opere maggiormente significative quali "La tempesta prima della quiete" e "Il gerundio", quest'ultima dedicata agli amici Armando e Ferdinando, dalle quali ha attinto abbondantemente e furbescamente il Leopardi rispettivamente per le sue notissime "La quiete dopo la tempesta" e "L'infinito".
Ma la poesia che ha avuto il maggior peso per l'assegnazione del premio è "Il Fine Settimana del Villaggio", scritta dal Ghepardi quando Paolo Villaggio non era ancora nato e nemmeno i suoi genitori e nonni, un'opera quindi futurista e visionaria, che poi il cugino Leopardi ha rititolato "Il Sabato del Villaggio" stravolgendola completamente; purtroppo di quella straordinaria poesia oggi non ci resta che il titolo dato che l'unica copia esistente fino a ieri si è disintegrata appena giunta nelle mani del ministro che sarà forse ministro senza portafoglio ma sicuramente non senza sfiga (e quindi al posto giusto nel momento giusto).

L'esito per l'assegnazione del premio è stato molto incerto fino all'ultimo poichè era molto alta la qualità di tutte le opere in gara; fra gli altri partecipanti al premio vanno infatti citati autori come Giovanni PASTURE, nato a S.Mauro Pasture, cugino, anch'egli da parte di madre, di Giovanni Pascoli, presente con due opere "La cavallina storta" e "Dolcegabbana" quest'ultima ripresa in seguito dal Pascoli e rinominata "Valentino", Silvio SPELLICO con il libro "I miei penitenziari", Edmondo DE NEMICIS con la sua opera più toccante "Miocardio" e infine Luigi P. RANDELLO con due dei suoi principali romanzi: "Il FuMa TtiaPallMall" (sigarette dell'epoca n.d.r.) e "Uno Belluno Centocelle".

La prossima edizione del "premio poeta sfigato" si terrà ad Arcore dove vive tuttora il nipote di Giuseppe Ungaretti (sempre e inesorabilmente da parte di madre ovviamente) PierGiuseppe BUNGABUNGARETTI.