martedì 23 novembre 2010

Dialoghi del digiuno del 9° mese - 4 -

- Sei sempre innamorato?
- Sì
- E lei ti AMA?
- Non so, devo sfogliare la margherita.
- Allora fallo subito.
- Non ora, devo aspettare la notte.
- Ah, e come mai?
- M'AMAdan non M'AMAdan, M'AMAdan non M'AMAdan, ...

mercoledì 17 novembre 2010

Occhio di pernice



Callisto DURONI e la dottoressa Calliope VERRUCA si sono conosciuti nel reparto Podologia della clinica MANGIACALLI di Milano.
Callisto Duroni è un importante sismologo, è l'ingegnoso produttore, insieme al collega MER, di un metodo di misura dei terremoti che prende il nome dai suoi due inventori, la scala MERDURONI, ma chissà perchè a Callisto suona male e allora decide di chiamarla scala MERCALLI, tuttora in auge.
Calliope Verruca, originaria di CALLtagirone, prima di laurearsi medico lavorava come sindaCALLIsta in un CALL-center di CALLtanissetta.
Callisto ha conquistato Calliope non col solito scontato occhio di triglia ma con un fastidiosissimo occhio di pernice, eppure lei in un primo momento lo aveva un pò scoraggiato dicendogli: "per favore non mettiamo il callo davanti ai buoi". Calliope si arrende definitivamente di fronte al dono di un mazzo di splendide calle accompagnato da un biglietto con su scritto un semplicissimo "CALLIOPE TI AMO" ma in bella CALLIgrafia.
Si sposano a Venezia (testimoni illustrissimi CALLO d'Inghilterra per lui e Raffaella CALLà per lei, accompagnati da colonna sonora di Maria CALLas e coreografie di CALLa Fracci) durante il carnevale, lui vestito da CALLIffo lei da CALL-girl tutta adornata di pizzi di sanCALLO, in una tremenda giornata di pioggia, tant'è che quando partono in viaggio di nozze per CALLcutta, a causa dei troppo incidenti stradali per le calle rese viscide dalla pioggia devono essere preceduti dalla "safety-cal".
Amanti delle belle arti adorano in particolare CALLIMACO e Italo CALLVINO, di cui apprezzano soprattutto "IL DURONE RAMPANTE" e "ULTIMO VIENE IL CALLO", ma ovviamente il loro scrittore prediletto è Carlo CaLLODI, autore del ben noto "Le avventure di PinOcchio di pernice".
Ogni sera dopo aver fumato CALLendula nel CALLumet per curare entrambi una fastidiosa forma di torcicAllo, si beano della visione di un film, le loro opere preferite sono: "A qualcuno piace CALLO", "Piano piano dolce CALLOTTA", "Per favore non mordermi sul CALLO", "ApoCALLYpse Now", "San Michele aveva un CALLO", "Il giorno dello sciaCALLO", "Caos CALLO".
Musicalmente la loro canzone prediletta è "Hotel CALLIfornia" nella versione di Cab CALLOway.
Spesso si divertono a sputtanare parenti e amici, ma solo nelle giornate moderatamente ventose, perchè si sa che la CALLunnia è un venticello.

venerdì 12 novembre 2010

Lettera aperta, con ricatto, al dr. Haemo ROYD



LA LETTERA:
Instancabile nonchè commendevole adoratore di Anubi dr.prof. Haemo ROYD, mi rivolgo a Lei ancora una volta affinchè possa illuminarmi su alcuni quesiti che mi attanagliano da lungo tempo:

- Quando arrivano i primi freddi si gustano male anche le pietanze?
- I rigori dell'inverno vengono subito dopo i tempi supplementari dell'autunno?
- L'analconda è forse un serpente americano dal grosso fondoschiena?
- L'analnas è un frutto tropicale a forma di culo?
- I membri maschili acuti e intelligenti, in grado di penetrare anche i misteri più profondi, si possono definire perspicazzi?
- Dopo il palinsesto viene il palinsettimo?
- La pendola a pressione è forse un tipo di orologio da muro a chiusura ermetica con cui si accorciano sensibilmente i tempi di cottura?
- Se tengo il guinzaglio a 90° rispetto al modo di procedere del mio cane si può parlare di perpendiCOLLARE?
- "MEMENTO MORI" è un malaugurio di stampo razzista?

IL RICATTO:
Se Ella non si affretterà a darmi soddisfazione entro il breve volgersi del prossimo quarto di luna renderò noto al mondo dei bloggers che quel rifiuto espulso dall'organismo per via rettale nella passeggiata a mare di Nervi che risulta nella fotografia è opera di Anubi, cioè del suo cane, che Ella venera come un dio.
In (mala)fede,
Jean

domenica 7 novembre 2010

Dialoghi del digiuno del 9° mese - 3 -


- E' strano quel tuo animale, quella specie di cammello senza gobbe.
- Sì, è abbastanza raro qui.
- Non è quello che sputa?
- Sì ma in questo periodo lo fa solo di notte.
- Ah, e come mai?
- LAMA-DAN